Stampa la ricetta

 chiudi

 
 

i piatti "poveri" della cucina siciliana

 

Carciofi con mollica e acciughe
(Cacocciuli ca muddica e anciovi))

 

 
   
   
   
8 carciofi, 100 gr. di pane duro grattugiato, 5 acciughe salate , uno spicchio d'aglio, un limone, gr. 60 capperi sotto sale, prezzemolo tritato, aceto, olio d'oliva, sale e pepe.  

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne e la parte dura dei torsoli, tagliate la cima, apriteli in quattro quarti togliendo la barba. Metteteli per qualche minuto a bagno di acqua e limone, lavateli sotto acqua corrente e asciugateli. Mettete i carciofi in una padella capiente con olio, aglio e prezzemolo tritato, sale e pepe, incoperchiate e fate cuocere a fiamma bassa per circa 25 minuti. Durante la cottura, se necessario, aggiungete qualche cucchiaio di acqua.
A cottura ultimata spruzzate con mezzo bicchiere di aceto e lasciate sfumare.
Sciogliete, in un padellino, con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e a fuoco dolce, le acciughe, aggiungete il pangrattato e fatelo tostare.
A questo punto versate i carciofi su un piatto da portata cospargeteli con il pangrattato insaporito con le acciughe e servite. 
 
 

ricette dalla A alla Z

home page

Ricette cucina povera siciliana
 
 
 il piatto povero  diventava semplicemente
     "u cumpanaggiu "      che accompagnava il pane.