Stampa

home page

 
 
le poesie di giuseppe davì
 

           Sueno de viejo

 

Ai teschi
Che avevano capelli
Neri castani rossi
E oggi
Stanno
Addormentati
Sotto il liscio asfalto
d’immensi
viali cittadini
D’interminabili autostrade
nel mondo  
Doneremo
Strappandoli dai nostri crani
semicalvi
Gli ultimi capelli bianchi
Neve che non si scioglie 
Per pudore d’esser rimasti
 vivi
Lottando  
Su ogni capello
Bianco foglio di quaderno
Incideremo storie
A caratteri minuscoli
A rimaner mistero per i
 più…….
 

Solo i buchi neri
Occhi dei morti
Leggeranno
Racconti di torture
E strazi di bombe nascoste
Nei corpetti  
Al ricordo
L’asfalto incrinandosi
Scoppierà
Milioni di teschi
Straripando urleranno
Ai dominatori arroganti
Di sparire  
E quelli…..spariranno….  
O stupido sogno di vecchio !
 

 

L'autore

 
Le poesie