Stampa

home page

 

 
Le ultime ricette inserite nel sito

Le ricette

Conserve

albicocche sciroppate
amarene al rum
ciliegie sciroppate
cotognata
fichi secchi
lamponi al maraschino
mandarini ubriachi
Mostarda Siciliana
Mosto cotto
pere al cioccolato
pesche sciroppate

Confetture

confettura di albicocche
confettura di ciliege
confettura di fragole
confettura di lamponi
confettura di mirtilli
confettura di more
confettura di pere
confettura di pesche
confettura di susine

Marmellate

marmellata di amarene
marmellata di ananas
marmellata di arance
marmellata di banane
marmellata di fichi
marmellata di mele
marmellata di prugne
marmellata di ribes
marmellata di uva
marmellata di zucca
marmellata di zucca e albicocche
Gelatine
gelatina di ciliegie
gelatina di frutti di bosco
gelatina di lamponi
gelatina di limoni
gelatina di mandarini
Sciroppi
sciroppo di amarene
sciroppo di fragole
sciroppo di limone

Conserve, confetture, marmellate, gelatine, sciroppi

La preparazione casalinga di conserve, confetture, marmellate , gelatine e sciroppi è poco praticata, forse perché oggi tali prodotti sono facilmente reperibili già pronti in commercio e sono pratici, sicuri sotto il profilo igienico e anche economici.
Ma, in quanto a sapore, quelli fatti in casa sono di gran lunga superiori.
L'estate è la stagione migliore, data l'abbondanza della frutta, per provare a cimentarsi nella preparazione di queste prelibatezze.

Le conserve
La frutta può essere conservata nelle seguenti forme:
Frutta sciroppata: mettendo la frutta in uno sciroppo di acqua e zucchero, oppure intervallandola con lo zucchero; in tutti e due i casi i vasi dove conservare la frutta così preparata devono essere sterilizzati per circa 30 minuti.
Frutta sotto alcool o sotto liquore: si ottiene immergendo la frutta in una soluzione alcolica variabile, a secondo i casi, da 30 gradi ad un massimo di 95 gradi con l'eventuale aggiunta di zucchero e aromi vari.

La confettura
E' un procedimento per la conservazione della frutta, la quale viene fatta bollire intera o a pezzi a secondo la grossezza , con lo zucchero ed eventualmente dell'acqua, fino a quando la frutta raggiunge una concentrazione zuccherina tale da assicurare una buona conservazione.

La marmellata
Si ottiene facendo cuocere la frutta con lo zucchero fino a quando il tutto diventa uno sciroppo con una certa consistenza.
A cottura ultimata si passa il tutto al setaccio per ottenere un preparato liscio ed omogeneo.

La gelatina
Si utilizza il succo della frutta, che si ottiene passandola o centrifugandola; quindi, si cuoce sul fuoco molto lento, schiumando spesso per eliminare le impurità e filtrando il tutto prima di conservarla.

Gli sciroppi
Si ottengono facendo bollire il succo della frutta con lo zucchero.
Sono molto indicati per preparare bevande e bibite miscelandoli con acqua e ghiaccio.
Gli sciroppi vengono usati anche in pasticceria per gelati, torte e semifreddi.

Alcuni consigli per ottenere buone conserve
Scegliere frutta sana, fresca , possibilmente non trattata e comunque lavarla sempre accuratamente.
Fate cuocere la frutta per qualche minuto sul fuoco prima di aggiungere lo zucchero.
Usate sempre tegami di acciaio a fondo spesso, non usate mai tegami di alluminio.
Durante la cottura schiumate spesso con un utensile di legno.
Per vedere se la marmellata, la confettura o la gelatina sono pronte fate la prova del piattino che consiste nel far cadere da un cucchiaino su un piatto asciutto un poco del composto che state preparando; se la marmellata o la confettura si attaccano al piattino e non scorrono su di esso ciò vuol dire che sono pronte.
Usate quasi sempre il succo di limone per dare acidità ai frutti troppo dolci.
Pulire bene i vasetti, versare il composto ancora caldo nei vasi precedentemente riscaldati lasciando un mezzo centimetro di vuoto sul bordo e chiudere ermeticamente subito.
Per la sterilizzazione: sistemate i vasetti in una pentola alta e capiente in modo che l'acqua della pentola copra i vasetti e portate l'acqua ad ebollizione; abbassate a quanto punto la fiamma e fate sobbollire per circa 40 minuti. Quindi, spegnete e lasciate intiepidire i vasi prima di toglierli dall'acqua.
Scrivete sui vasetti la data di preparazione e il tipo di conserva.
Conservare il luogo fresco e asciutto
Quando aprite il vasetto, riponetelo poi in frigorifero
.


 

torna su

ricette dalla A alla Z

home page