Stampa la ricetta

home page

 
 
Piatti Tipici Siciliani
 

PASTIZZU
(focaccia ripiena)

 

 
   
   
   


Per 4 persone:

Per la pasta :
gr. 500 di farina di semola, gr. 25 lievito di birra, gr. 50 di strutto oppure tre cucchiai di olio extravergine di oliva, zucchero, sale.

Sciogliete il lievito in pochissima acqua tiepida, mescolata con un pizzico di zucchero.
A parte amalgamate la farina setacciata con lo strutto e un pizzico di sale; unite il lievito sciolto e impastate a lungo.
Durante la lavorazione, incorporate altra acqua fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente e procedete a fasi alterne, sbattendo energicamente la pasta e stirandola con le mani.
Dopo circa 20 minuti, raccogliete l’impasto a palla adagiatelo in una ciotola infarinata,  praticatevi sopra un taglio a croce e coprite con un canovaccio. Fate lievitare un paio d’ore.
Trascorso il tempo di lievitazione dividete il composto in due parti, spianatelo grossolanamente col mattarello e foderate con una parte una teglia di circa cm. 28 di diametro appena unta e infarinata, tenendo da parte l'altra foglia di pasta per coprire il pastizzu una volta imbottito con il ripieno che più gradite. Saldata la focaccia passatevi sopra una mano unta d'olio per livellare la pasta e prima di infornare, a forno caldissimo, bucate la parte superiore in due o tre punti con una forchetta. I tempi di cottura variano a seconda del forno. Mediamente da 30 a 45 minuti.

Per il ripieno potete scegliere tra le seguenti preparazioni:

1° ripieno alla carne:
Carne di maiale tritata gr. 500, pepe nero.

Condite la carne di maiale tritata con abbondante pepe nero e un pizzico di sale. Disponetela sulla foglia di pasta con la quale avrete già foderato il fondo di una teglia, chiudete con l'altra foglia di pasta e passate a forno caldo per 45 minuti circa.

2° ripieno con melanzane  e formaggi:
6 melanzane, pomodori maturi gr. 800, primosale gr. 200, pecorino o caciocavallo grattugiato gr. 100, basilico, olio, sale e pepe.

Tagliate le melanzane a dadini, come per la caponata e friggetele in olio abbondante dopo averle tenute un'ora in acqua e sale. Passatele nella teglia foderata di pasta e copritele col pomodoro spellato, già condito con basilico abbondante, sale, pepe e un filino d'olio, il primosale tagliato a fette, il formaggio grattugiato. Saldate il composto con l'altra foglia di pasta e passate a forno caldo per trenta minuti circa.

3° ripieno con ricotta e piselli:
Ricotta fresca gr. 400, piselli freschi kg. 1, olio, sale, pepe, mezza cipolla.

Sgusciate i piselli e cucinateli con la cipolla grattugiata,un poco  d'olio, sale e pepe. Lavorate con una forchetta in una terrina la ricotta, conditela con sale e pepe abbondante e versatela nella  teglia foderata di pasta. Aggiungete i pisellini, saldate il pasticcio con l'altra foglia di pasta e passate a forno caldo.

4° ripieno con ricotta e spinaci:
Ricotta fresca gr. 400, spinaci 8 mazzi, primosale gr. 100, olio, sale, pepe.

Insaporite gli spinaci, puliti e ben lavati, in tegame con un pò d'olio, sale e pepe. Mescolateli con la ricotta già lavorata con la forchetta e versateli nella teglia foderata di pasta. Completate con fette di primosale, chiudete il pasticcio con la rimanente pasta e passate a forno caldo.

5° ripieno con carciofi e formaggio:
6 carciofi, 1 spicchio d'aglio, tuma gr. 100, 3 acciughe sott'olio, 1  uovo, prezzemolo tritato.

Tagliate i carciofi a spicchi e soffriggeteli in tegame con l'aglio, olio e prezzemolo tritato. Passateli nella teglia foderata di pasta, versatevi sopra l'uovo sbattuto, aggiungete le acciughe e la tuma a pezzetti. Ricoprite il pasticcio con l'altra foglia di pasta e passate a forno caldo per circa mezz'ora.
 

 

ricette dalla A alla Z

 
Piatti tipici siciliani

 
Lu pastizzu è na pitanza a basi di carni, pisci, virdura o pasta, cucinata n’ vari modi, chiusa ‘nta nu ‘nvòlucru di pasta e cuciuta o furnu.

(Il pasticcio è una pietanza di carne, pesce, verdura o pasta, cucinata in diversi modi , chiusa in un involucro di pasta e cotta in forno)

Piatto tipico siciliano della zona del Ragusano.